citazioni

34

Ti guarderei milioni di volte,
senza mai impararti a memoria.

François Truffaut
ev@

Annunci
evapiccolaluna, Senza categoria

33

Tu immensa, io piccola. Entrambe custodi di sogni.
Benvenuta, mia Luna.

2017© Eva Piccardi

evapiccolaluna

32

In ogni silenzio tutto l’amore.
In ogni sospiro tutta la passione.

2017©Eva Piccardi

 in ogni silenzio
evapiccolaluna

31

non versare

Senza categoria

30

Due tazze fumanti, il calore di un camino e di un amore.

Dicembre arriva.

È la stagione dei sogni che sbocciano.

2017 © Eva Piccardi

evapiccolaluna

29

Un abbraccio, mille abbracci.

La gioia rinnovata di sentire di nuovo il profumo e il calore della tua pelle.

Ritrovarti ogni volta è ritornare a vivere.

2017©Eva Piccardi

un abbraccio

evapiccolaluna

28

Tenera è la leggerezza dopo una notte d’amore.

2017©Eva Piccardi

tenera

evapiccolaluna

27

Percorrendo la tua mente,
riesco a raggiungere
ogni angolo del tuo corpo.
Tu sei il viaggio
da cui non ho fatto più ritorno.

2017©Eva Piccardipercorrendo

evapiccolaluna

26

Bella da togliere il respiro.
Con i tuoi seni sodi e la pelle vellutata. Ho intinto il mio pennello nella tavolozza dei sensi e tracciato linee sinuose sul tuo corpo.
Ti ho dipinta nei miei sogni, stanotte.
2017©Eva Piccardi

evapiccolaluna

25

-Perché entri in quella casa se lei non c’è? – Perché mi piace immaginarla mentre l’ha vissuta. E la vedo muoversi tra una stanza e l’altra con la leggerezza di una piuma. La vedo affacciata al balcone rinfrescarsi nella brezza serale tra panni stesi e lampioni accesi. Rotolarsi nel verde del suo giardino tra i fiori di campo e con il mare dentro l’anima. La vedo dedicarsi con cura alla cucina persa tra spezie e odori orientali mentre le note di mozart ballano per lei, tra lo scoppiettio del camino e l’odore dell ‘incenso. Mi piace immaginarla mentre si prepara al nostro incontro, sbirciando di tanto in tanto attraverso i vetri e respirando il piacere dell’ attesa, eroticamente persa tra tele bianche ancora da dipingere. Entro sempre in questa casa per immaginare una vita che non abbiamo mai vissuto. – Mi sa che sei matto. – Forse… Adesso scusami, vado a respirare un po’ di solitudine in mezzo alla folla. Perché ciò che per voi è normale, per me è follia.

2017 © Eva Piccardi